Qualche volta capita di aver voglia di uscire, di un’escursione breve, ma che dia soddisfazione e, una valida proposta sono sempre “le Pociace!”

_DSC6526

Comodo: si scende dietro all’hotel, una sbirciatina all’orto, se c’è prendiamo anche una fragolina che ci darà la carica per la salita che dovremo affrontare e poi tagliamo nel prato a sinistra per arrivare al ponte di legno. Poi giù fino al torrente all’Avisio. Non si segue la corrente e non si percorre nemmeno la ciclabile nell’altro senso: si sale!

_DSC6399

E’ sì, d’ora in avanti la strada sterrata prima e, il sentiero poi continueranno a salire. Il cartello un po’ nascosto indica 1h, sarà al nostro passo?

_DSC6491

Forza  e coraggio, seguiamo il sentiero 630!

_DSC6505

Si rimane per tutto il percorso nel bosco, in qualche tratto gli alberi si diradano così si può intravvedere anche la nostra casa

_DSC6503

La fatica inizia a farsi sentire, ma non ci demoralizziamo che ci aspetta un bello spettacolo….

Dopo meno di un’ora siamo alle Pociace! Si apre uno spiazzo più o meno pianeggiante dove si trova la baita comunale.
Il panorama vale tutta la fatica che abbiamo fatto!!

_DSC6509

Seduti sulle panche della baita, si ammirano di fronte, sopra il paese di Vigo tutto il gruppo del Catinaccio, sulla sinistra Roda di Vael, a destra i Mugoni,

poi il Catinaccio e le famose Torri del Vajolet e se girate il capo ancora più a destra si vede anche la Funivia del Catinaccio! E’ lo spettacolo DoloMitico!

_DSC6507

E adesso che si fa?
I più allenati possono proseguire… la salita porta a Cima Dodici, la montagna che sovrasta l’Active Hotel Olympic,
oppure si scende a destra e a 5 minuti c’è la sorgente dell’acqua potabile!

_DSC6528

Per il ritorno?
Si può scendere per lo stesso sentiero, oppure arrivati alla sorgente si prosegue e si arriva comodamente a Soraga.
Sentiero leggermente più lungo, ma così si fa un anello.

In due ore e mezza abbiamo fatto un bel giretto, super panorama, una bella sudata e… i pù fortunati potranno incontrare anche qualche scoiattolo o capriolo!
cielo azzurro sole cima dodici

Ritornati e poi?
Entriamo in giardino dal retro, appoggiamo lo zaino sulla sdraio… in realtà era quasi vuoto, per un’escursione così non servono tante cose, basta un maglioncino più pesante, tshirt da cambiarsi quando si è in cima e una bottiglietta d’acqua.
Ci togliamo i vestiti e… rimaniamo in costume (partiamo attrezzati anche di costume!)
un tuffo è più che meritato!
Alla prossima!

 


Condividi


3 commenti su “Pomeriggio alle Pociace”

  1. Scritto il 19.06.2015 alle 17:23
    Rosa Carpano
  2. Scritto il 19.06.2015 alle 17:25
    Giorgio
  3. Scritto il 10.07.2015 alle 09:30
    Paolo, Activity Manager

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*