Prendersi un momento per passeggiare per i boschi della Val di Fassa non è solamente una delizia per gli occhi ma coinvolge tutti i cinque sensi.

Il rumore dei rami che si spezzano sotto i nostri piedi e il cinguettio degli uccelli nascosti tra le fronde degli alberi ci trasportano in un mondo di estrema serenità e, mentre il nostro tatto scopre il morbido muschio o la ruvida corteccia, il sapore delle fragoline di bosco e dei mirtilli saprà incantare l’esigente palato…

Ma siamo sicuri che la cosa che vi resterà più impressa saranno i profumi: l’odore della resina, del legno appena tagliato o dei prati bagnati scaldati dal sole del mattino, insomma, l’odore del bosco.

atmosfera in montagna sulle Dolomitii

atmosfera in montagna sulle Dolomitii

Ma se c’è un albero che tra tutti riesce a raffigurare il nostro bosco e i suoi indimenticabili profumi è il pino mugo. Il mugo è un albero che si presenta sotto forma di grosso cespuglio, per trovarlo bisogna salire in alto… si fa desiderare… infatti cresce sopra i 1.600 metri di altezza e si distingue per i suoi bassi rami verdi con tantissimi aghi e piccole pigne ricche di resina dall’aroma inconfondibile.

Questo albero è generoso e ricco di proprietà salutari e cosmetiche, ma la natura gli ha dato molto di più, infatti sta diventando il nuovo protagonista della cucina gourmet della nostra zona, sprigionando la sua forza vitale anche in tavola.

 

gourmet

Cosa ne dite di preparare un ottimo risotto al pino mugo?

Prima della preparazione:

Fare una lunga passeggiata nel bosco per raccogliere gli aghi di pino mugo con le proprie mani, l’appetito verrà da se!

Iniziate con la preparazione del burro al pino mugo: tritate finemente 50 grammi di aghi di pino mugo e mischiateli con 100grammi di burro a temperatura ambiente, salate e pepate. Arrotolate questo magnifico burro verde brillante nella pellicola e mettetelo al freddo.

Vi basterà continuare con la preparazione di un classico risotto e concludere mantecando il riso con burro di pino mugo e una spolverata di parmigiano.

Servire ben caldo, adagiandoci sopra delle fettine di speck croccanti.

Distese sul prato

E se volete farvi viziare con tante altre prelibatezze al pino mugo… venite da noi!


Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*